La tariffa unica RC auto si allontana

La tariffa unica RC auto si allontana

Svanisce la possibilità di eliminare la discriminazione tariffaria

Nel decreto sulle liberalizzazioni approvato dalla Camera il 22 marzo 2012 sono presenti dei provvedimenti che interessano l’assicurazione RC auto. Queste disposizioni hanno la duplice finalità di tutelare le compagnie assicurative dalle frodi e i consumatori dall’aumento delle tariffe. Uno dei provvedimenti che secondo gli intendimenti iniziali dell’esecutivo avrebbe dovuto contrastare i costi della polizza auto riguarda l’introduzione della cosiddetta “tariffa unica” per tutti gli automobilisti che si trovano nella prima classe di merito. In pratica un automobilista che non ha avuto mai incidenti e che risiede a Napoli non avrebbe dovuto pagare una polizza RC auto più cara rispetto a quello residente a Milano.

È opportuno usare il condizionale in quanto il Ministero dello Sviluppo Economico è intervenuto sulla materia fornendo un’interpretazione più restrittiva della norma e annullando di fatto la tariffa unica sulla RC auto.

Nel testo della norma si legge che “per le classi di massimo sconto a parità di condizioni soggettive e oggettive, ciascuna delle compagnie deve praticare le medesime offerte”. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha sollevato dei dubbi sulla legittimità del provvedimento e ha provveduto a fornire una nuova interpretazione del disposto di legge. Secondo quanto si legge nella nota diramata dal ministero la norma obbligherebbe le imprese assicurative ad applicare le medesime condizioni economiche a prescindere dalla territorialità e dall’analisi di rischio sarebbe in contrasto con il principio di libertà tariffaria sostenuto dalla normativa comunitaria.

Il presidente campano di Federconsumatori Rosario Stornaiuolo ha commentato duramente la decisione del ministero dello Sviluppo Economico di stralciare la norma e ha affermato senza mezzi termini che si tratta dell’ennesimo colpo di mano di un governo debole che si è piegato ai voleri delle lobby assicurative.

Tariffa unica RC autoStornaiuolo ha inoltre annunciato che Federconsumatori presenterà in tempi brevi una petizione al Parlamento europeo per l’eliminazione della discriminazione tariffaria praticata dalle imprese assicuratrici nei confronti di coloro i quali risiedono nella regione Campania.

L’iniziativa di Federconsumatori ha ricevuto un riscontro favorevole da parte di migliaia di utenti che hanno firmato la petizione, ma la battaglia per l’eliminazione della discriminazione tariffaria -ha annunciato Stornaiuolo- continuerà in tutte le sedi istituzionali e in tutte le aule di giustizia.



Lascia un Commento