Le novità della Banca d’Italia: il Rapporto sulla Stabilità Finanziaria

Le novità della Banca d’Italia: il Rapporto sulla Stabilità Finanziaria

Un nuovo progetto posto in essere da Banca d’Italia dallo scorso 1 Dicembre: si tratta della pubblicazione periodica di report sul “Rapporto sulla stabilità finanziaria“. Il documento è diviso in tre sezioni:

  • I rischi macroeconomici e i mercati internazionali
  • Il sistema bancario e finanziario
  • I mercati, i sistemi dei pagamenti e le infrastrutture

Concentrandoci sul nostro Paese, quel che emerge dal primo Rapporto sulla stabilità finanziaria è in linea generale una situazione economica e una redditività delle imprese in miglioramento, seppur persistano a farsi sentire gli effetti della crisi.

I tempi di pagamento tra imprese si sono allungati: se confrontato a livello internazionale il grado di indebitamento delle aziende italiane è in linea con gli altri paesi. Ma a ben vedere, l’alta quota di debiti a breve termine e la prevalenza tra le passività a lunga scadenza di contratti a tasso variabile accrescono, in prospettiva, i rischi connessi con un rialzo dei tassi di mercato.

A livello bancario la valutazione degli investitori inerente la solidità dei principali istituti di credito risente delle tensioni sui titoli sovrani di alcuni Paesi; tuttavia, gli indicatori di mercato e le misure di rischio sistemico mostrano che gli effetti sulle nostre banche sono nel complesso contenuti. Il credito alle imprese è infatti cresciuto, grazie al rientro delle tensioni nell’offerta e alla ripresa della domanda, e anche il credito alle famiglie è in accelerazione.

Tali tendenze sembrerebbero piuttosto consolidate, con alte probabilità di proseguimento nel 2011.

Per maggiori approfondimenti e una chiara visione d’insieme dell’analisi effettuata si rimanda al sito di Banca d’Italia.



Lascia un Commento