Costi dei Conti Correnti Bancari: eliminate le spese per la chiusura del conto

Costi dei Conti Correnti Bancari: eliminate le spese per la chiusura del conto

Chiudere un conto corrente, lo dice la legge Bersani, non prevede più costi di estinzione.

Tuttavia da una ricerca condotta da Altro consumo (associazione indipendente di consumatori) sembra esistano ancora alcuni ostacoli al cambiare conto corrente bancario, se si ha la carta di credito, un eventuale mutuo o un prestito personale, o se si devono trasferire titoli: c’è per esempio chi chiede, ancora oggi, 450 euro – è il caso di Banca Antonveneta – se un correntista che ha investito 20.000 euro in titoli italiani e 10.000 euro in titoli esteri decide di aprire un nuovo conto corrente in un’altra banca.

Nonostante tali ostacoli, oggi cambiare conto corrente è realmente conveniente: dai calcoli di Altroconsumo, lasciare la propria banca per scegliere un’offerta di conto corrente migliore può far risparmiare sino a 500 euro all’anno. Un risparmio che concorre a compensare i costi di uscita, quantomeno del primo anno.



Lascia un Commento