Prestiti Peer To Peer

Prestiti Peer To Peer

Finanziamenti tra privati

Fino al 2008 chi aveva bisogno di un finanziamento si poteva rivolgere ad una banca e poteva trovare delle soluzioni flessibili che rispondevano alla propria capacità di rimborso. Usare l’imperfetto in questo caso è d’obbligo in quanto la crisi che quattro anni fa ha travolto Wall Street ha messo in discussione lo stesso sistema dei prestiti determinando una stretta del credito.

Le più danneggiate sono state le famiglie che si sono trovate nell’impossibilità di accedere al credito non solo per quanto riguarda somme importanti come quelle da destinare all’acquisto della casa, ma anche per piccoli finanziamenti da impegnare per l’acquisto di beni di consumo.

Per rispondere alla domanda di credito sono nati i cosiddetti “prestiti peer to peer si tratta di prestiti tra privati attraverso l’intermediazione di una società di social lending. I prestiti “peer to peer” si basano sul seguente meccanismo: da una parte c’è un privato richiedente che necessita di un micro-finanziamento e dall’altra un privato prestatore che concede un prestito ricavandone un utile.

Quali sono i vantaggi del prestito peer to peer ? Per il prestatore la possibilità di stabilire un tasso di rendimento sul capitale investito frazionando il prestito tra una molteplicità di soggetti creditori; per il richiedente ottenere un prestito con basse commissioni e con tassi di interesse al di sotto di quelli praticati dagli istituti di credito e dalle società finanziarie.

Per venire incontro a questa nuova esigenza si sono affermate diverse organizzazioni che hanno disciplinato in forma elastica il prestito tra privati offrendo un servizio di intermediazione che riduce al minimo i rischi derivanti dall’insolvenza del debitore.

Il successo di molte organizzazioni che operano nel social lending è diventato anche un fenomeno di grande rilevanza economica; nati in Inghilterra nel 2005, oggi i prestiti peer to peer conquistano New York. Lendig Club una delle realtà più rilevanti nel settore dei prestiti tra privati, ha generato nel 2011 59 milioni di dollari di interessi a fronte di 589 milioni concessi.

prestito peer to peerI micro-finanziamenti “peer to peer” si rivolgono esclusivamente a community online, ogni transazione avviene quindi su internet ed è probabile che in futuro il social lending contribuisca a ridurre il monopolio della banche per ciò che concerne l’erogazione del credito.



Lascia un Commento