Cosa significa Bund?

Cosa significa Bund?

Piccola guida ai termini economici

In tempi di grande attenzione alla situazione economica finanziaria mondiale, sempre più famiglie si trovano a diretto contatto con termini specifici dell’area economica, molto utilizzati dai giornali, dalle tv e dagli altri media di informazione. Spesso però la familiarità con la quale questi termini vengono trattati è più uditiva che comprensiva; vediamo di fare un po’ di chiarezza su alcuni parole chiave. Dopo aver esaminato in un precedente post il significato del termine rating, vediamo oggi che cosa significa Bund.

Quando si parla di Bund si fa riferimento ai titoli di stato tedeschi a medio e a lungo termine, che altro non sono se non il corrispettivo dei nostri Btp, buoni del tesoro poliennali. La differenza tra i rendimenti dei Bund tedeschi e dei Btp italiani è la base sulla quale viene calcolato il tanto famigerato Spread; per la precisione i Bund e i Btp cui lo spread fa riferimento sono quelli che hanno la scadenza fissa per entrambi a 10 anni.

Nell’eurozona attualmente i Bund tedeschi sono i titoli di stato più sicuri ed affidabili nonostante siano quelli che assicurano un reddito minore; secondo una legge base dell’economia infatti un investimento è potenzialmente tanto più redditizio quanto meno è sicuro. E’ per questo che spesso i mercati cercano di mascherare la propria debolezza aumentando i rendimenti dei titoli che emettono, al fine di invogliare gli investitori all’acquisto dei titoli. Ne risulta dunque che un titolo con un alto valore di rendimento è molto meno sicuro di un titolo con un rendimento basso come il Bund, di cui però è sostanzialmente certo il guadagno futuro.

Nell’asta dello scorso Novembre i Bund tesdeschi hanno reso circa la metà del ricavo preventivato dal governo tedesco: 3,6 miliardi di euro a fronte dei 6 previsti. Una flessione importante che testimonia la non appetibilità dei mercati europei per gli investitori; con l’anno nuovo la Germania emetterà Bund per 25 miliardi di euro in meno rispetto al 2011, per un totale di circa 250 miliardi in titoli tedeschi.



Lascia un Commento