Finanza: i titoli migliori e peggiori alla borsa di Milano nell’ultima settimana

borsa_milano2Vediamo insieme gli andamenti della Borsa di Milano nell’ultima settimana. Nella giornata di apertura della Borsa di lunedì 23 gennaio scorso, il mercato ha chiuso con un indice Ftse Mib pari a + 1,76% raggiungendo 15.907 punti mentre l’indice Ftse All share ha raggiunto quota 16.843 con rendimento a + 1,92%.

I titoli migliori sono risultati quelli bancari: Monte dei Paschi di Siena che ha registrato un rialzo pari a 14.04% a 0,26 euro, il titolo Unicredit ha raggiunto + 10.44% con una quota pari a 3,66, il titolo Ubi ha chiuso a + 5,89%, Mediobanca a+ 5,49% e Banca Intesa S. Paolo a +5,43%.

Anche i titoli legati ai comparti commerciali sono risultati i migliori sulla piazza Affari, infatti Italcementi ha registrato un valore pari a 6,86%, Finmeccanica ha raggiunto il 6,14%, Mediaset ha segnato un valore pari al 4,32% e Fiat industriali ha raggiunto il 4,11%.

A causa del decreto legato alla liberalizzazione, i comparti energetici sono risultati i titoli peggiori. Enel Green ha segnato una perdita dell’1,93%, Terna dell’1,32%, Enel dell’0,59%, Telecom Italia dell’0,91% e Telecom Italia Media dell’0,78%, oltre ad Ansaldo Sts con una riduzione pari all’1,28%.

La chiusura di borsa del 24 gennaio scorso ha registrato un lieve aumento dell’0,14%, dopo una apertura in negativo. Tra i titoli migliori troviamo Banca Popolare di Milano a 0,45 euro e Mps con un ulteriore incremento del 3,5%, mentre tra i peggiori Telecom Italia con una perdita del 4% e Stm con una diminuzione del 6%.

I titoli che nella giornata di 25 gennaio hanno avuto un rialzo sono stati Unicredit con il 5%, Banco Popolare con 11.69%, Banco Monte Paschi di Siena con 7,83% oltre a Diasorin con un rialzo al 7,07%. I peggiori sono risultati Eni con una perdita del 2,6%, Stmicroelec n.v con -2,82% e Tod’s con una perdita del 4,73%.

La chiusura del 26 gennaio ha determinato una crescita per i titoli di Unicredit per il 3%, BMP con 8,32%, Lottomatica con 0,08%, Generali Assicurazioni con il 2,59%, Unipol con 3,83%. I titoli peggiori sono risultati Fiat con un target price pari ad un calo di 3,90 euro, Sias con 9,80 euro, Stm con un calo a 8 euro e Telecom Italia con 0,86 euro.

La chiusura della settimina del 27 gennaio ha segnato un calodell’indice Ftse Mib a 1,02% e Ftse All Share a 1,06% . I titoli migliori sono stati Ferragamo con un + 7,1%, Finmeccanica con + 0,84%, Ansaldo con +1.48%, Mediaset con + 0,35% e Stm con +1,89%. I titoli peggiori sono risultati Unicredit con -4,5%, Fiat – 4,2%, Bpm – 3,4%, Mps – 3,3% e Pirelli con – 2,6%.



Lascia un Commento