I titoli migliori e peggiori alla Borsa di Milano nell’ultima settimana

I titoli migliori e peggiori alla Borsa di Milano nell’ultima settimana

La settimana della Borsa di Milano si è conclusa con una giornata di contrattazioni che di fatto ha vanificato il discreto andamento positivo dei titoli della Borsa intravisto nel corso della settimana. Nonostante lo spread abbia tenuto buoni livelli di resistenza, chiudendo a 369 punti, la giornata di venerdì ha visto gli indici in rosso a causa, in particolare, delle prese di beneficio su alcuni settori.

Se è vero che su altri indici internazionali il nervosismo riscontrato può essere spiegato dall’annuncio di un nuovo piano salva Grecia, che prevede l’iniezione di nuova liquidità nelle casse del Paese per altri 130 miliardi, gli indici nostrani hanno sofferto principalmente per le vendite sui titoli che nel corso della settimana avevano avuto performance migliori, come i bancari e alcuni titoli del comparto industriale.

Fra i titoli della Borsa di Milano che nel corso dell’ultima settimana hanno avuto la migliore performance troviamo al primo posto “Meridie“, che ha chiuso con un +49,37%. Al secondo posto di questa speciale classifica troviamo “Gabetti“, che chiude con un +45,45% beneficiando dell’approvazione del nuovo piano industriale, seguita da “Le buone società“, che termina la settimana con un +44,09%. Ottime prestazioni anche per “Fondiaria-Sai” (+34,39%), grazie all’acquisto del 2,26% circa della società da parte di Palladio Finanziaria, “Crespi” (+30,87%) e “Juventus FC” (+27,14%), che beneficia dei risultati sportivi e di uno studio di Deloitte che inserisce la società fra i 20 club al mondo con maggior giro d’affari.

 In relazione al solo indice FTSE Mib il miglior titolo è stato “Enel“, che ha chiuso la settimana con un +5,45% e ha accolto con entusiasmo il record di domanda per l’emissione obbligazionaria in corso. A seguire troviamo “Telecom Italia” (+4,08%), “Unicredit” (+2,57%), “A2A” (+2,31%) e “Lottomatica” (+2,19).

Nell’elenco dei titoli peggiori della Borsa di Milano nell’ultima settimana troviamo al primo posto “Piquadro“. Il titolo ha chiuso con un -11,77%, anche a causa di un calo degli utili rispetto all’anno precedente, secondo il resoconto intermedio di gestione consolidato al 31/12. Performance negativa anche per “Seat Pagine Gialle“, che chiude a -11,55% e incassa il peggioramento del corporate rating da parte di Standard & Poor’s. Chiusure in negativo anche per “Screen Service” (-9,21%) e “Bastogi Spa” (-7,83%).

Per quanto riguarda l’indice FTSE Mib il peggior titolo della settimana è stato “Impregilo“, che ha chiuso a -6,03% e risente del prossimo accordo tra i Benetton e i Gavio. Performance settimanali negative anche per “Autogrill Spa” (-5,40%), che paga il giudizio negativo di Deutsche Bank, “Buzzi Unicem” (-5,14%) e “Mediaset Spa” (-5,04%) il cui rating è stato tagliato da Equita a reduce.



Lascia un Commento