Mercato immobiliare USA: +5%, un risultato inaspettato

mercato_immobiliare_usaIl 2012 comincia all’insegna di un positivo miglioramento per il mercato immobiliare statunitense. Dopo la bufera del periodo 2007/2010 in cui il settore era stato artificialmente gonfiato del 14% – secondo quanto riportato dalle stime della National Association of Realtors – quest’anno il mercato immobiliare sembra aver ritrovato uno slancio positivo.

Il dato arriva dalla National Association of Home Builders, che misura la fiducia dei costruttori nelle condizioni di mercato. L’indice del mercato immobiliare NAHB ha mostrato un rialzo nel mese di gennaio di 25 punti rispetto ai 21 registrati nel mese precedente, assestandosi su livelli molto superiori rispetto alle attese degli economisti. Una tale crescita del settore non si riscontrava addirittura dal giugno 2007.

Il 2011 aveva visto rimbalzare i prezzi delle case americane con valori altalenanti fino a novembre; come confermato da analisi condotte dalla RE/MAX National Housing Report, successivamente il mercato immobiliare degli Stati Uniti aveva registrato una decisiva impennata nella vendita di immobili. In gran parte dovuto ad un minor volume di pignoramenti, il numero di case in vendita è sceso per il 18° mese consecutivo, ed è ora del 25,7% inferiore rispetto allo scorso anno.

I prezzi delle case sono rimasti per lo più inalterati rispetto a quelli rilevati a novembre 2011 e questo ha fatto sì che le compravendite di immobili restassero all’interno di un range piuttosto regolare.

Le vendite dello scorso dicembre hanno invece sorpreso molti analisti con un’impennata verso l’alto fino a raggiungere il tetto del 5,7%. Secondo Margaret Kelly – CEO di RE/MAX – “questo salto in avanti registrato a dicembre potrebbe essere dovuto ad un maggiore coinvolgimento degli investitori. Infatti, grazie a prezzi pari o prossimi al livello minimo di mercato e tassi di interesse altrettanto storicamente bassi, i consumatori stanno trovando un reale valore in questo mercato”.



Lascia un Commento