Mondo della Finanza: l’andamento generale dell’ultima settimana

Mondo della Finanza: l’andamento generale dell’ultima settimana

Gli aggiornamenti e le tendenze dei mercati finanziari nella settimana appena trascorsa

L’andamento dei mercati nell’ultima settimana borsistica e cioè quella che va dallo scorso lunedì 12 marzo fino a venerdì 16 marzo ha evidenziato enormi segnali positivi giunti soprattutto dalla zona Euro. Sia ben chiaro che siamo ancora in piena crisi ma indubbiamente si incomincia ad intravedere la proverbiale luce alla fine del tunnel.

In realtà la settimana si è aperta con una giornata come quella di lunedì alquanto contrastata. Le maggiori borse europee si sono infatti contraddistinte per situazioni quasi di stallo e la borsa di Madrid ha addirittura segnato un -1,2%. Per il resto invece un sostanziale nulla di fatto con la borsa di Francoforte che si è segnalata come la migliore con un +0,30%. Lo spread tra i nostri BTP e i titoli decennali tedeschi è rimasto leggermente superiore ai 310 punti base. Insomma, una situazione di grande attesa per l’imminente annuncio da parte dell’Unione Europea degli aiuti da elargire alla Grecia al fine di salvarla dal possibile default. Da segnalare l’incredibile rimbalzo di Parmalat che forte degli ottimi dati giunti dal proprio bilancio per l’anno 2011 ha guadagnato quasi il 10%.

Martedì notevolmente positivo per tutte le borse europee trascinate dalla notizia dei 130 miliardi di euro che l’Europa stanzierà alla Grecia. Altro motivo per il quale il trend è risultato positivo è senza dubbio da riconoscere all’ottimo risultato ottenuto dall’Italia che è riuscita a collocare 12 miliardi in Bot riscontrando una grandissima richiesta ed un tasso molto buono dell’1,40% decisamente più basso rispetto al 2,23% ottenuto nell’asta di metà febbraio. Per trovare un risultato così positivo bisogna tornare indietro fino ad Agosto 2010. Tornando alle borse, da segnalare il +2,08% della Borsa di Milano, il 2,39% di quella di Madrid e +1,72% di Parigi.

L’andamento dei mercati finanziari si conferma positivo anche nella giornata di mercoledì dove tutta la zona euro beneficia delle conseguenze di un’altra asta molto positiva per i titoli italiani. L’Italia è riuscita a piazzare i propri Btp ad un tasso del 2,76% nettamente migliore rispetto al precedente 3,41%. Un ottimo risultato che non solo non si riscontrava dal mese di ottobre ma che ha fatto sì che lo spread scendesse ben sotto quota 300 punti base toccando anche quota 284. Insomma gli investitori nonostante i continui declassamenti delle agenzie di rating ai danni d’Italia, si dimostrano più che ottimisti. La migliore borsa è stata Francoforte con un guadagno del 1,2% mentre l’unica che ha chiuso in negativo è stata quella di Londra con -0,18%.

Giovedì 15 marzo sarà ricordata come la giornata in cui arrivano i complimenti ufficiali per gli straordinari risultati conseguiti dall’Italia soprattutto per ciò che concerne lo spread in netto calo in maniera costante nel tempo. Tra l’altro l’Italia riesce a sopravanzare la Spagna distanziandola di ben 30 punti base in termini di differenziale tra Bonos e Btp. Le migliori borse sono quella di Francoforte con un +0,92% e quella di Milano con +0,85%. Per il secondo giorno consecutivo la borsa di Londra è l’unica borsa a chiudere in negativo cedendo lo 0,08%.

L’andamento dei mercati finanziari dell’ultima settimana si chiude nella giornata di venerdì con piccoli guadagni per quasi tutte le borse: Madrid +0,71%, Milano +0,52%, Londra +0,42%, Francoforte +0,19 e Parigi +0,03%. Benissimo anche Atene che guadagna oltre il 2%. Da segnalare che l’indice Mib tocca chiude a quota 17081 che, dati alla mano, è il punto più alto dallo scorso mese di Ottobre mentre lo spread si attesta a 281 punti base con rendimento del 4,88%.



Lascia un Commento