Boober.it, il portale di social lending

Boober.it, il portale di social lending

Uno dei maggiori operatori nel settore dei prestiti tra privati

Il social lending è un fenomeno in continua crescita. Esso consiste nel prestito tra privati reso possibile da apposite società controllate che operano online mettendo in contatto chi è disposto a prestare dei soldi e chi ha necessità di trovarli. Boober.it è una delle piattaforme più accreditate in materia (oltre a Smartika che vi avevamo già segnalato in un precedente post).

Il prestito tra privati conviene sia al creditore sia al debitore. Chi richiede il finanziamento tendenzialmente ha dei tassi più vantaggiosi rispetto a chi si rivolge a strutture istituzionali. Chi offre denaro invece ottiene un rendimento del 3%, superiore al 2% offerto dalle banche. Il tasso medio di un prestito online si attesta intorno al 10%, mentre sul mercato i prestiti inferiori a cinquemila euro hanno un tasso medio intorno al 15%.

Il tetto massimo del finanziamento arriva a dieci-quindicimila euro e la durata massima arriva a quattro-cinque anni. Per ridurre il rischio di insolvenza non si prestano tutti i soldi alla stessa persona, ma vengono divisi tra i richiedenti.

Le garanzie per il debitore sono le stesse che si possono ottenere da una banca o da una società finanziaria, quindi il massimo della sicurezza. Se una persona non restituisce il denaro prestatole, Boober interviene attivando le cosiddette procedure di recupero del credito; nel caso queste fallissero, trasmette i dati dell’insolvente al prestatore di denaro, il quale potrà eventualmente ricorrere al proprio legale di fiducia.

social-lendingNegli Stati Uniti il fenomeno del social lending è talmente diffuso che è stato momentaneamente sospeso per essere sottoposto a regolamentazione. L’offerta è alta e questo dimostra che coloro che prestano denaro poi lo rivedono indietro.

Questo tipo di iniziativa nasce nei paesi più poveri per favorire attività imprenditoriali. Spesso succede che chi chiede soldi in prestito in questi siti non lo fa per comprare l’auto, ma per aprire un negozio o per iniziare un’attività.

Sul sito internet Boober.it può ottenere un finanziamento anche chi viene respinto altrove, come per esempio un giovane precario, per un importo fino a diecimila euro, che è il limite massimo posto nella piattaforma.

 



Lascia un Commento