Controllo partita IVA, che cos’è e come si effettua

Controllo partita IVA, che cos’è e come si effettua

Le frodi e le evasioni sono all’ordine del giorno, così come le società fantasma e chi svolge un’attività imprenditoriale deve prestare molta attenzione nel momento in cui si trova ad allacciare rapporti con nuovi operatori commerciali.

L’Unione Europea ha permesso di allargare enormemente la platea di potenziali acquirenti e venditori e l’avvento del web ha consentito a moltissime aziende di farsi conoscere sia a livello nazionale che internazionale. Dare il via a relazioni commerciali con operatori stranieri o che agiscono esclusivamente online non è mai stato così facile, ma nel momento in cui ci si rivolge per la prima volta a un fornitore o si viene contattati da nuovi clienti, come si può sapere che si tratta di realtà economiche che agiscono nel pieno rispetto delle norme? Potrebbero essere truffatori, oppure imprese che non sono in regola dal punto di vista fiscale. Per evitare problemi di qualsiasi genere è bene perciò informarsi sulla serietà degli interlocutori prima di intraprendere una qualsiasi transazione ed eseguendo un controllo della partita Iva si può sapere immediatamente se si ha a che fare con imprese, artigiani e professionisti reali o con impostori che agiscono utilizzando una falsa partita IVA.

La possibilità di effettuare il controllo della partita IVA viene offerta gratuitamente dalla Agenzia delle Entrate che, sul suo sito, mette a disposizione gli strumenti adatti per ricercare e verificare una partita IVA. È sufficiente collegarsi alla pagina telematici.agenziaentrate.gov.it/VerificaPIVA/ e quindi immettere le undici cifre della partita IVA che si vuole verificare. Se si tratta di un dato non fasullo che è regolarmente registrato presso l’anagrafe tributaria appaiono le indicazioni se è ancora attiva o se è stata sospesa o cessata, si visualizzano la denominazione dell’attività e nome e cognome del titolare e la data di inizio ed eventualmente di cessazione dell’attività.

Controllo partita IvaIl controllo delle partite IVA comunitarie invece è un po’ diverso. Si deve ricordare che per partite IVA comunitarie si intendono i codici di tutte quelle attività che sono autorizzate a intraprendere relazioni economiche nell’ambito dei paesi della UE. In questo caso ci si deve limitare a verificare che l’operatore sia iscritto nel VIES (elenco delle partite IVA comunitarie). La verifica può essere fatta sul sito dell’Agenzia delle Entrate alla pagina http://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/vies/vies.htm ma in orari ben determinati (dalle 8.00 alle 20.00 dal lunedì la venerdì e dalle 8.00 alle 13.00 al sabato). Si deve indicare lo stato dove ha sede l’attività del fornitore e/o cliente e l’anno in cui è entrato nell’UE e dopo aver digitato il numero di partita IVA si può sapere se l’attività è iscritta all’anagrafe tributaria della sua nazione.



Lascia un Commento