Imu 2012 capannoni: quanto inciderà sul bilancio delle aziende?

Imu 2012 capannoni: quanto inciderà sul bilancio delle aziende?

L’impatto della tassa sull’economia del Paese

Il termine per pagare l’acconto dell’Imposta Municipale Unica IMU è ormai giunto, ma non si placano le proteste di tutte le varie associazioni, parti sociali e partiti politici che la considerano profondamente ingiusta. Sono di pochissimi giorni fa le immagini in cui si vedono dirigenti leghisti che strappano e bruciano modelli F24 che sarebbero dovuti essere utilizzati per il pagamento dell’IMU. Tralasciando queste problematiche la cosa che maggiormente preoccupa è senza dubbio l’impatto che può avere questa tassa tutt’altro che irrisoria, sull’economia reale del Paese.

Infatti, come noto l’IMU non deve essere pagata soltanto per le prime case e seconde case ma è prevista anche per una svariata tipologia di immobili a uso commerciale oppure indispensabili per il ciclo produttivo delle aziende. Il problema che soprattutto i vari rappresentanti di categoria si pongono è se effettivamente le aziende italiane soprattutto quelle piccole e medie, saranno in grado di far fronte senza conseguenze a questa scadenza vista anche la grossa crisi di liquidità attuale.

La miglior risposta a questa domanda arriva da uno studio portato avanti dall’Associazione Artigiani Piccole Imprese (CGIA) di Mestre sul calcolo della rata IMU per i capannoni industriali rientranti nella categoria Catastale D7 e D8. La ricerca ha evidenziato come si riscontrerà un aumento mediamente molto alto e che in alcuni casi arriverà a toccare l’82% rispetto a quello che si corrispondeva in precedenza.

Imu capannoni industrialiRicordiamo che per il calcolo della rata di acconto IMU da corrispondere entro il 18 giugno, occorre moltiplicare la rendita catastale del capannone industriale per il coefficiente di attualizzazione quantificato in 1,05 e quindi per 60. Del totale bisogna poi prendere la percentuale che il Comune dove è ubicato l’immobile, ha deciso di prendere in considerazione. Giusto per fare un calcolo dimostrativo, prendendo in considerazione un medio capannone di 600 metri quadrati con una rendita catastale di 4300 euro ubicato in una zona dove è previsto il pagamento dello 0,76%, il totale dell’IMU da versare nelle casse dello stato è pari a circa 2 mila e 60 euro.

Insomma, una cifra decisamente importante soprattutto in un periodo difficile come quello attuale in cui molte aziende sono costrette a licenziare o peggio ancora a chiudere.

 



Lascia un Commento