Leasing vendita beni: il mercato dell’usato delle banche per le aziende

Leasing vendita beni: il mercato dell’usato delle banche per le aziende

I beni non riscattati in leasing

Il leasing è un contratto finanziario stipulato tra un professionista o titolare d’azienda, e un istituto di credito per avere la disponibilità di un bene funzionale alla propria attività.

In realtà nell’operazione è coinvolto un altro soggetto, ossia il fornitore del bene, scelto dal cliente; il fornitore venderà alla banca il bene deciso dall’utilizzatore; essa a sua volta, dietro un canone mensile pattuito, lo cederà al cliente.

I contratti hanno una durata variabile secondo il bene scelto. Scaduto il contratto l’utilizzatore potrà decidere di riscattare il bene oppure restituirlo alla banca.

I beni concessi in leasing alle aziende sono molteplici: dai beni immobili già edificati o da edificare per farne laboratori, uffici, stabilimenti o negozi, ai beni mobili quindi mezzi di trasporto o macchine utili alle varie attività aziendali.

Il leasing rispetto alle normali formule di finanziamento è sicuramente più rapido nei tempi di istruttoria, nel canone mensile comprende anche l’IVA e l’importo della rata del canone è completamente detraibile.

I vantaggi per le imprese sono molteplici, pertanto spesso le aziende decidono di non riscattare
il bene restituendolo all’istituto di credito, avviando con esso un nuovo contratto di leasing.

I beni non riscattati, confluiscono in sezioni dedicate presso gli istituti bancari, che prendono il nome di leasing vendita beni. Tali prodotti, utilizzati per un massimo di 4 anni, vengono messi in vendita. La vendita prevede o l’acquisto del bene, in contanti, o tramite finanziamento, o in leasing.

Se si ha la necessità di utilizzare un prodotto prendendolo in leasing o acquistandolo, l’ipotesi di utilizzare quelli in leasing vendita beni, ha sicuramente grossi vantaggi.

Leasing vendita beni Innanzitutto la certezza se sono beni immobili, di esser agibili e ben tenuti, perché sotto il controllo e la proprietà dell’istituto di credito; se sono beni mobili, sia mezzi di trasporto che beni strumentali, di esser stati completamente revisionati prima di esser posti nella categoria leasing vendita beni. In secondo luogo il prezzo: molto più vantaggioso di un prodotto nuovo.

Tra gli istituti di credito che prevedono il servizio di leasing vendita beni Unicredit e Ubi offrono la sezione dedicata alla vendita di beni provenienti da leasing suddivisa in categorie di beni.

Anche Banca Sella e il gruppo Credem offrono un comparto dedicato al leasing vendita beni suddivisi in immobili, autoveicoli, strumentali e navali.

Iccrea Bancaimpresa ha anche una sezione dedicata anche ai beni di prossima disponibilità che provengono da leasing. Tra le società di recupero interessante è la Brb dedicata al leasing vendita beni mobili.



Lascia un Commento