Deficit Spagna 2012: difficile per Rajoy raggiungere il target del 4,4%

Deficit Spagna 2012: difficile per Rajoy raggiungere il target del 4,4%

Il premier spagnolo, Mariano Rajoy, ha annunciato al presidente della Commissione Europea, Josè Manuel Barroso, che la Spagna non riuscirà a centrare gli obiettivi di bilancio entro la fine dell’anno. Madrid dovrebbe infatti ridurre il suo deficit di otto punti per arrivare al target del 4,4%, ma a causa della crisi economica l’obiettivo viene considerato troppo ambizioso da Rajoy.

Il premier ha ricordato che, quando si concordò il traguardo del 4,4%, le previsioni di crescita erano attestate al 2,3% del Pil. Lo scenario adesso è sostanzialmente cambiato: il Fmi ha previsto una crescita negativa dell’1,7% e la Banca di Spagna dell’1,5%.

Rajoy ha comunque rassicurato l’Unione Europea spiegando che gli obiettivi del suo governo sono il consolidamento dei conti, le riforme strutturali per la competitività, incremento della liquidità finanziaria e riforme europee. Il premier chiede che i paesi che rispettano i piani di stabilità siano protetti con aiuti da parte delle Bce e che si approvi al più presto il fondo di riscatto con una dotazione maggiore a quella attuale.

Da parte sua, Barroso ha chiesto alla Spagna di presentare un piano dettagliato di misure per evitare ulteriori distorsioni nei conti pubblici e un’impennata del deficit. L’UE vuole vedere infatti dal governo spagnolo l’impegno a portare a termine una serie di provvedimenti volti a risanare l’economia del paese.



Lascia un Commento